sacchetti di plastica consumati quest'anno:
 
<<back home page stampa il testostampa il testo
download di firefoxottimizzato per Mozilla Firefox
 (clicca sull'icona per il download)

SEZIONE SCUOLE

Questa sezione dedicata alle scuole raccoglie una documentazione essenziale sui danni arrecati alla salute e all'ambiente dalla plastica allo scopo di indurre i ragazzi ad adottare comportamenti consapevoli ed ecoresponsabili.
Tutto il materiale divulgativo può essere usato per stimolare discussioni e approfondimenti, al fine di migliorare la qualità della nostra vita e rispettare quella del pianeta.
Ai ragazzi a cui abbiamo lanciato un input per il futuro, diciamo :
"Coraggio ragazzi, un mondo più pulito dipende soprattutto da voi, dovete pretendere che sane abitudini abbiano il sopravvento su stili di vita obsoleti ! Quanto vi proponiamo è già un buon inizio, seguiteci e raccomandate a TUTTI con forza: "PORTA LA SPORTA!"

 

PRESENTAZIONI

Le presentazioni Plastica come i diamanti e Plastica nell'ambiente necessitano di un adattamento, sotto forma di spiegazioni introduttive o semplificazioni per quanto concerne la parte di esposizione dati e statistiche e la parte sui contaminanti chimici.

LA PLASTICA COME DIAMANTI

- scarica la versione in *.pps - scarica la versione in *.pdf

PLASTICA NELL'AMBIENTE

- scarica la versione in *.pps - scarica la versione in *.pdf

PARTE DEL PROBLEMA O DELLA SOLUZIONE?
Adatta per ragazzi del secondo ciclo della scuola elementare e delle scuole medie

- scarica la versione in *.pps - scarica la versione in *.pdf

PERCHE' L'ACQUA NON VA SPRECATA
A cura della campagna Un Anno contro lo spreco 2011.

- scarica la versione in *.pdf

INIZIATIVE

Sfida all'ultima sporta - Sfida all'ultimo imballo

SFIDA ALL'ULTIMA SPORTA PER I NEGOZI

Sfida all'ultima Sporta a Scuola è stata declinata dall'iniziativa per i Comuni e può essere organizzata come iniziativa a sé stante o in concomitanza con la competizione tra Comuni. In questo caso l'azione congiunta di due soggetti come gli insegnanti e il pubblico scolastico riveste un ruolo di importanza strategica per veicolare informazioni a carattere ambientale e comportamenti eco sostenibili all'interno delle famiglie.
Il nostro staff ha organizzato una competizione nazionale di Sfida all'ultima Sporta dedicata alle scuole che si è svolta dal decempre 2012 ad aprile 2013 alla quale hanno partecipato circa 10.000 ragazzi di 20 comuni. Per cinque mesi sono stati raccolti da insegnanti, genitori, e referenti comunali gli scontrini di supermercato senza addebito di shopper usa e getta portati a scuola dai ragazzi che valevano come punti. Il premio di 3.000 euro offerto da banche Marche è andato alla squadra di Ponsacco in provincia di Pisa.

Ente promotore
Può essere organizzata da Amministrazioni Comunali, Consorzi per la Gestione dei rifiuti, Unioni di Comuni, Circoli Didattici, Singoli Istituti Scolastici o Insegnanti. I Consorzi possono attivare i comuni da loro serviti dove è possibile far competere scuole a parità di popolazione scolastica (vedi anche sezione Partecipanti).
L'ente promotore ha il compito di raccogliere il montepremi e di organizzare la competizione costituendo una segreteria organizzativa.
segue>>

Come funziona l'iniziativa
La Segreteria Organizzativa
La segreteria sarà composta da un rappresentante dell'ente promotore e da un rappresentante per ogni soggetto partecipante. Oltre a organizzare l'iniziativa in ogni suo aspetto la segreteria si occuperà di raccogliere dai contendenti -con cadenza programmata- la tipologia di scontrini dei supermercati raccolti dai ragazzi che, valendo come punteggio, determina il vincitore. La segreteria avrà inoltre il compito di conteggiare e comparare alla fine della competizione le quantità di punti/scontrini raccolti dai contendenti e dichiarare vincitore il soggetto che ha raccolto il numero più alto di scontrini validi.

I soggetti partecipanti
Possono partecipare i ragazzi che frequentano gli Istituti Scolastici locali dal livello prescolare a quello superiore. A seconda del tipo di competizione scelta i ragazzi possono gareggiare a titolo personale all'interno di una classe o come classe all'interno di un singolo istituto. Inoltre ci potrebbero essere istituti che gareggiano tra loro anche appartenenti a diversi comuni o squadre che includono la popolazione scolastica di un intero comune che gareggiano con una squadra parimenti formata di un comune confinante. In tutte le versioni possibili dell'iniziativa la condizione è sempre quella di formare squadre che abbiano lo stesso numero di partecipanti.

Gli scontrini validi
Il vincitore, come abbiamo visto a seconda se la competizione avviene in una classe o tra classi e scuole, è l'entità che riesce a raccogliere nel periodo stabilito di 3 o 6 mesi, il maggior numero di scontrini relativi a spese effettuate nei supermercati dove non ci sia l'addebito del sacchetto (sono validi solamente gli scontrini effettuati nelle catene della media o grande distribuzione perché trattasi di categoria che addebita da tempo il costo del sacchetto al cliente). In alternativa, nei comuni medio piccoli dove gli esercizi commerciali sono disponibili a collaborare, potrebbero essere calcolati come punti anche quegli scontrini che riportano un timbro o altro segno convenzionale sullo scontrino che certifichi che non è stato fornito sacchetto usa e getta.

Varianti
Cambiando il nome dell'iniziativa in Sfida all'ultimo imballo oppure Usa e getta-No grazie!, oltre agli scontrini che certificano il risparmio di sacchetto monouso, possono valere come punti anche altre tipologie di acquisti a ridotto impatto ambientale inseriti nel regolamento. A titolo di esempio si potrebbe attribuire un punto per ogni articolo acquistato nelle seguenti categorie: detergenti per la casa e la persona acquistati sfusi riportando il contenitore, ortofrutta acquistata nei supermercati con un retino riutilizzabile Mettila in rete>> invece che con sacchetto usa e getta, ricariche di testine intercambiabili per spazzolini e rasoi non usa e getta, ecc.

Sponsor e montepremi
Il montepremi può essere costruito grazie al contributo di sponsor o partner tecnici, può consistere in un premio in denaro, materiale utilizzabile per attività didattiche, biglietti omaggio per eventi culturali, teatro,cinema, musei, oppure prodotti, oggetti eco-sostenibili da donare ai ragazzi.
Qualora si trovino sponsor che mettano a disposizione cifre importanti in denaro o specifiche prestazioni , il monte premi può essere impegnato per effettuare qualche lavoro necessario all'edificio scolastico della scuola vincente (come nella sfida per comuni>>) o per l'acquisto di attrezzature che possono ridurre la produzione dei rifiuti come l'installazione di uno o più punti di erogazione di acqua per eliminare le bottiglie di plastica o per l'acquisto di lavastoviglie e stoviglie riutilizzabili per eliminare l'usa e getta dalla mensa.

Qualche spunto di informazione ambientale per preparare i ragazzi
Gli insegnanti, con il supporto offerto da questa sezione del sito e a seconda dell'età degli allievi e del programma scolastico informano e sensibilizzano i ragazzi prima e durante il periodo della competizione sugli impatti ambientali determinati dall'utilizzo “usa e getta” a partire dagli imballaggi e contenitori realizzati in plastica.
Per evidenziare quale tipo di contributo si possa dare come cittadini consumatori per ridurre o risolvere l'impatto ambientale, a partire dagli imballaggi più utilizzati ma facilmente sostituibili con soluzioni riutilizzabili, si realizzerà una lista redatta dai ragazzi dei top five o most wanted tra gli imballaggi evitabili. Si consiglia di visionare il volantino Scopri quanto sprechi>>
Molto probabilmente il sacchetto monouso verrà riconosciuto come “degno” di occupare il primo posto della lista e di ricevere pertanto le prime “attenzioni”.
Stabilita l'importanza e l'urgenza di accettare la sfida per ridurne il consumo, cambiando con l'occasione abitudini sprecone improntate alla ricerca delle comodità, si presenta ai ragazzi il regolamento dell'iniziativa coinvolgendo in primis chi effettua gli acquisti in famiglia e cioè i genitori.
I ragazzi che partecipano al progetto diventano così divulgatori di “buone pratiche”, svolgendo un ruolo informativo e creando consapevolezza ambientale verso gli adulti e la propria cerchia di amici.

MATERIALE DI COMUNICAZIONE PER SCUOLE*

*Si tratta ovviamente di modelli che vanno personalizzati a seconda delle modalità di svolgimento dell'iniziativa, partecipanti, regolamento della competizione, periodi di esecuzione, ecc.
Per eventuali richieste delle versioni grafiche modificabili dei materiali di informazione o altri chiarimenti non esitate a contattarci.

IL NOSTRO MATERIALE DIVULGATIVO

Nota introduttiva ai materiali presenti Entra in Azione e Scheda di lettura Persone Straordinarie
Con queste schede intendiamo dare solamente alcuni spunti per l’avvio dell’azione. Ogni insegnante dovrà adattarle e svilupparle in base al livello della classe e procedere per quanto gli permette il suo ambito di insegnamento e le collaborazioni su cui può contare. Ci preme sottolineare che lo spirito dell’iniziativa si rifà a un concetto pedagogico preciso che valorizza l’iniziativa personale trasmettendo il messaggio che anche la più piccola azione individuale ha valore ed efficacia nel produrre cambiamenti quanto più è sostenuta dalla conoscenza. La conoscenza interpella la coscienza e questa muove all’azione.
Sono evidenti i nessi con l’educazione civica. Ma non deve sfuggire quante siano numerose le possibilità di sviluppi interdisciplinari: tanto ricchi sono gli stimoli a discernere, confrontare, localizzare, analizzare, contrapporre, misurare, sperimentare, dedurre… operazioni logiche basilari dei vari saperi.

Più che i nostri modesti consigli potranno avere efficacia gli scambi di procedure e di materiali già sperimentati in classe. Sollecitiamo gli insegnanti che condividono la nostra passione a trasmetterci le loro esperienze e i materiali prodotti: noi saremo ben lieti di metterli in condivisione in questa sezione.

Attività e letture
Entra in azione a scuola Entra in azione con la scuola nel quartiere 9 gesti per proteggere l'ambiente Persone straordinarie:
scheda introduttiva
Persone straordinarie:
Sylvia Earle
Persone straordinarie:
Charles Moore
Persone straordinarie:
Rebecca Hosking
Persone straordinarie:
Jane Goodall

 

Materiali di comunicazione
locandina "RI-cominciamo a RI-usare": - formato A3 -  formato A4 locandina adesione scuola:
- formato A3   - formato A4
locandina aderisci alla campagna:
versione 1 -impatto della plastica
- formato A3   - formato A4
versione 2 -rifiuta l'usa e getta
- formato A3   - formato A4
Proponi al tuo parco/riserva naturale preferito di aderire alla campagna; ecco la locandina:
- formato A3   - formato A4
volantino divulgativo adesione scuola:
- formato A3   -A4 colori   -A4 bianco e nero

volantino divulgativo aderisci:
- formato A3   -A4 colori   -A4 bianco e nero
Vuoi aggiungere un tuo messaggio sul nostro volantino prima di affiggerlo o consegnarlo a chi vorresti sensibilizzare?
-A4 colori   -A4 bianco e nero

TEST:"Scopri quanto sprechi"
- formato A4

MENO PLASTICA PER TUTTI! Meno spreco di risorse ed energia dalla produzione al riciclo allo smaltimento, meno emissioni di Co2, meno inquinamento ambientale.Leggi>>

locandine "Meno Plastica per Tutti!":
- formato A3 -  formato A4

* i materiali possono essere scaricati e personalizzati; in caso di delucidazioni e/o richieste scrivete a: info@portalasporta.it

ALTRI MATERIALI

Che fine fanno i tuoi rifiuti? Materiali creati dalla campagna europea per la riduzione dei rifiuti.

Opuscolo a cura della Regione Veneto-ARPAV

L'invasione delle Pattumix - Fumetto

L'evidenza del riscaldamento globale

Il fatto che il riscaldamento globale sia causato dall'Uomo è fondato su molte linee di evidenza rilevate da fonti indipendenti. Lo “scetticismo” sul riscaldamento globale spesso si focalizza su singoli dettagli/pezzi del puzzle ignorando l'insieme completo delle evidenze.
Il nostro Clima sta cambiando e noi ne siamo la causa principale tramite le nostre emissioni di gas serra. I dati relativi ai cambiamenti climatici sono essenziali per comprendere il mondo intorno a noi e per prendere decisioni informate sul futuro.
Oltre alle indiscutibili registrazioni delle temperature, abbiamo un gran numero di osservazioni ottenute da diversi sistemi che concordano con il quadro di un mondo che si riscalda.
Taluni sostengono che buona parte del riscaldamento globale misurato è dovuto alla ubicazione di stazioni meteorologiche in prossimità di impianti di condizionamento o di aree di parcheggio. Se si confrontano le temperature di stazioni posizionate in modo ottimale con quelle di stazioni poste in siti poco idonei, otteniamo che entrambi i siti evidenziano lo stesso riscaldamento.
Le calotte di ghiaccio si stanno sciogliendo, perdendo miliardi di tonnellate di ghiaccio ogni anno. Specie viventi stanno migrando verso i poli ed i ghiacciai si stanno ritirando (mettendo a rischio le riserve di acqua di molti milioni di persone).
Un altro modo di controllare le misure registrate con i termometri è quello di confrontarle con quelle dedotte dai satelliti. Le misure rilevate dai satelliti hanno fornito un analogo incremento del riscaldamento globale confermando l'accuratezza dei dati registrati con i termometri.
Per avere una comprensione realistica del Clima, dobbiamo tenere in considerazione tutti i tipi di evidenze. Ciò che ne deriva è che molte osservazioni indipendenti portano alla stessa conclusione: il riscaldamento globale sta avvenendo.

Tratto dalla pubblicazione Una guida scientifica allo scetticismo del riscaldamento globale (scarica il *.pdf)

indicatori del riscaldamento globaledieci indicatori del riscaldamento globale
(clicca sulle immagini per ingrandirle)

Manuale per i docenti relativo alla campagna “Trashformers” realizzata da Amiu Spa di Genova

Qui puoi scaricare il manuale per i docenti relativo alla campagna “Trashformers” realizzata da Amiu Spa di Genova.
Questa campagna ha partecipato al Concorso Bica 2009 e vinto il premio di questa edizione come migliore campagna di comunicazione ambientalevinto della categoria “Mondo delle Scuole”.
La giuria ha apprezzato in maniera particolare la “capacità dimostrata nel saper avvicinare i bambini con una molteplicità di strumenti, in maniera semplice e divertente.

Per altri materiali collegati al progetto visita il sito “Trashformers

Materiali creati dall'associazione Surfrider

Ecco alcuni materiali creati dall'associazione Surfrider nata dall'iniziativa di alcuni surfisti, negli anni 80 in California, che si occupa attualmente di salvaguardia dei mari e dei corsi d'acqua. Tutti gli anni a primavera Surfrider organizza delle operazioni di pulizia e sensibilizzazione chiamate Iniziative Oceaniche che coinvolgono volontari e scuole in diversi paesi del mondo tra cui l'Italia.

- Se vuoi saperne di più visita il sito www.initiativesoceanes.org
- materiali scaricabili >>

- 9 azioni che puoi mettere in pratica tutti i giorni per limitare il tuo impatto sull’ambiente.
- Ecologia con i poster di Surfrider
- Il ciclo dell'acqua

FILMATI

The Plastic Planet from Anita Sancha on Vimeo

Le avventure artiche di Dioxy ( “The Arctic Adventures of Dioxy” )
Attraverso un media creativo e dinamico, Dioxy e i suoi amici spiegano ad un pubblico di bambini il concetto di Cattura e Stoccaggio della CO2 (Carbon Capture and Storage), attraverso il lavoro realizzato dal Longyearbyen CO2 lab.
Realizzato da Kairòstudio Comunicazione Ambientale, progetto finanziato da Svalbard Environmental Protection Fund, supervisione scientifica UNIS - University Centre in Slavbard.

Per guardare il trailer e gli episodi clicca qui>>

oppure sul canale youtube di TheKairostudio>>

Trash Vortex (ovvero "la zuppa di plastica")
Una breve animazione sul fenomeno dell'inquinamento da plastica nell'Oceano Pacifico.

clicca per vedere il filmato

L'importanza del riciclaggio
Impariamo a valutare l'Iimpronta Ecologica

clicca per vedere il filmato

The Animals Save the Planet - Supermarket Bags
Tutti possiamo portare una borsa per trasportare i nostri acquisti .....

clicca per vedere il filmato

Rifiuti: la regola delle 4 erre a cartoni animati
La notte dei rifiuti viventi. Episodio della serie 2 amici per la Terra.

clicca per vedere il filmato

L’incredibile viaggio della tartaruga
L’incredibile viaggio della tartaruga è un film documentario di Nick Stringer un regista che da anni si batte per la salvaguardia dell’ambiente marino e delle tartarughe. Spinto anche dalla sua passione per questi meravigliosi animali ha deciso di mostrare sul grande schermo lo straordinario viaggio che ognuna di loro compie nel corso della sua esistenza.
Sono 200 milioni di anni che la tartaruga marina compie istintivamente lo stesso viaggio miracoloso e solo una su mille riesce a sopravvivere a questa avventura anche a causa dell'inquinamento crescente dei mari. Un'odissea lunga venticinque anni che inizia sotto le sabbie della Florida e che si presenta da subito avventurosa per le insidie tese dei piccoli e grandi abitanti della spiaggia e dell'Oceano Atlantico. Grazie al calore della Corrente del Golfo e alle nutrienti alghe del Mar dei Sargassi, la tartaruga arriva fino in prossimità dell'Artico, supera le isole Azzorre e poi riattraversa tutto l'oceano diretta verso i Caraibi. Le poche tartarughe che riescono, come la protagonista del filmato, a completare l'intero viaggio e superare tutte le avversità, fanno ritorno in quelle sabbie che le hanno viste nascere, depongono le uova e danno inizio a nuovi cicli e a nuovi viaggi straordinari.
Per la realizzazione di questo documentario ci sono voluti ben cinque anni. Nella versione italiana la voce narrante è stata quella di Paola Cortellesi. Guarda il trailer del documentario>>

La Storia dell'Acqua in Bottiglia
La storia dell'acqua in bottiglia è un filmato uscito il 22 marzo 2010. Con lo stesso stile impiegato nel video La Storia delle Cose, Annie Leonard ci dimostra che bere acqua in bottiglia oltre a non essere una vera necessità causa consumo di risorse, inquinamento e produzione di montagne di rifiuti in plastica. L’acqua in bottiglia costa 200 volte più di quella del rubinetto ed è meno controllata ed equivale a spendere 200 euro al bar per un caffè che costerebbe 1 euro.
Il film invita ad impegnarsi personalmente per evitare l'acqua in bottiglia sostenendo progetti e investimenti che garantiscano l'acqua pulita a disposizione di tutti.

clicca per vedere il filmato

La storia dei cosmetici
Questo filmato di Annie Leonard prodotto con free Range Studios, uscito il 21 luglio 2010, esamina l'uso diffuso di sostanze chimiche tossiche nei prodotti per l'igiene quotidiana, dal rossetto allo shampoo per bambini. Il filmato rivela le implicazioni che l'utilizzo di queste sostanze comporta per la salute dei consumatori, dei lavoratori e dell'ambiente, indicando come l'industria possa essere spinta ad eliminare queste sostanze chimiche pericolose a favore di alternative più sicure .
Il film si conclude con un invito per i consumatori a sostenere legislazioni volte a garantire la sicurezza dei cosmetici e dei prodotti per l'igiene personale.

clicca per vedere il filmato

La storia dell'elettronica
Annie Leonard spiega come i prodotti elettronici non solo possono essere dannosi per l'uomo e l'ambiente ma vengono anche pensati e progettati per non durare, non essere riparati, riciclati e riutilizzati. Ma siano invece progettati solo per finire in discarica.

clicca per vedere il filmato

La Storia delle cose
Annie Leonard ci spiega il retroscena ormai globalizzato che si nasconde dietro alla produzione delle cose. La storia di una corsa verso il consumismo iniziata negli anni 50. Un modesto analista, Victor Lebow, scriveva nel 1955 «La nostra economia, enormemente produttiva, richiede che facciamo del consumo il nostro stile di vita, che trasformiamo l´acquisto e l´uso delle cose in un rituale, che cerchiamo la soddisfazione spirituale, la gratificazione dell´ego nel consumo. Bisogna che le cose vengano consumate, esaurite, scartate, sostituite ad un ritmo sempre più veloce». La profezia di Lebow si è avverata, siamo entrati nella società dei consumi con tutte le conseguenze che la produzione "usa e getta" arreca all'ambiente e alla salute umana.

clicca per vedere il filmato

La storia segreta dell'obsolescenza programmata : costruiti per non durare.

Perché nonostante i progressi tecnologici i prodotti di consumo durano sempre meno?

clicca per vedere il filmato

Il Ciclo Insano : la vera storia dell'acqua (in inglese)
Si tratta di un breve film di animazione realizzato da alcuni volontari creativi della Fondazione Surfrider e messo a disposizione su internet per un vasto pubblico.
Diverse sedi locali della Surfrider Foundation si sono unite mettendo insieme talenti e risorse per poter realizzare questo film che ha come voce narrante Zuleikha Robinson attrice di Lost che si è generosamente prestata a questa collaborazione.
Il film racconta che il ciclo dell'acqua che abbiamo tutti imparato a conoscere dalla scuola elementare è stato drasticamente alterato nel corso del tempo, lasciandoci con un sistema a pezzi che spreca acqua ed energia, inquina i corsi d'acqua naturali, danneggia gravemente la vita marina, e non è in condizioni di fronteggiare eventi come le inondazioni e altre problematiche tipiche della gestione delle acque.
Il film vuole sollecitare un approccio olistico alla gestione delle risorse idriche, evidenziarne le problematiche più controverse, e suggerire soluzioni che integrino i diversi benefici economici e ambientali.

clicca per vedere il filmato

Roz Savage: Una persona speciale che ha lasciato una vita "ordinaria" per condurne una "straordinaria" - Perché ho attraversato l'Oceano Pacifico in barca a remi
Aprile 2010 - Quattro anni fa, Roz Savage ha lasciato il suo lavoro d'alto livello a Londra per solcare gli oceani in barca a remi. Ha attraversato da sola l'Oceano Atlantico e, proprio questa settimana, prima donna in assoluto, ha iniziato, la terza tratta della traversata in solitaria dell'Oceano Pacifico. Perché lo fa?
Ascoltate le sue motivazioni, sia profondamente personali sia legate a un impellente attivismo.

clicca per ascoltare l'intervista

(per leggere la traduzione simultanea cliccare sulla barra inferiore del filmato su View subtitles e selezionare italian)

Roz Savage lancia Eco Heroes. Per salvare la terra c'è bisogno di tutti, ogni giorno.

clicca per vedere il filmato

Tributo al Pianeta Terra - Tribute to Planet Earth
Il nostro pianeta: la bellezza dei suoi paesaggi; le migrazioni e le diversità degli animali; la meraviglia delle stagioni; lo splendore delle piante....

clicca per vedere il filmato

Plastic bag, storia di un immortale busta di plastica
E' uno degli 11 cortometraggi della serie Futurestates, un progetto voluto da ITVS, The Independent Television Services che descrivono possibili scenari su come potrebbe essere l'America tra 5- 25-50 anni per sensibilizzare le persone su quali potrebbero essere le conseguenze delle scelte sbagliate di oggi.
Plastic bag di Ramin Bahrani è stato presentato alla 66a Mostra del Cinema di Venezia del 2009 come corto d’apertura fuori concorso di Corto Cortissimo .
E' la storia di una sottile busta di plastica che viaggia alla ricerca del suo creatore tra cielo mare e terra incontrando strane creature sino ad arrivare nel continente di plastica il Vortice delle correnti del Nord Pacifico. L'appello di un oggetto inanimato condannato all'eternità a cui Werner Herzog ha prestato la sua voce.

clicca per vedere il filmato

Sylvia Earle offre stupefacenti immagini dell'oceano
La leggendaria ricercatrice marina Sylvia Earle ha ricevuto nel 2009 il prestigioso TED PRIZE, un premio conferito ogni anno a individui "straordinari" che ottengono, oltre al premio in denaro, la possibilità di esprimere un loro desiderio "per cambiare il mondo".
Sulla base del desiderio espresso e video registrato dal vincitore o vincitori del premio annuale l'organizzazione di TED insieme agli sponsor e alla sua comunità offrono al vincitore la possibilità e l'aiuto necessario nel perseguire gli obiettivi connessi alla realizzazione del desiderio.
In questo intervento Sylvia Earle esprime il suo desiderio motivandolo con una serie di stupefacenti immagini degli oceani e dati scioccanti sul loro rapido declino.
Scarica il pdf dell'intervento>>

clicca per vedere il filmato

(per leggere la traduzione simultanea cliccare sulla barra inferiore del filmato su View subtitles e selezionare italian)

Jane Goodall aiuta uomini e animali a convivere
Jane Goodall, la leggendaria studiosa degli scimpanzé, parla di TACARE e dei suoi altri progetti comunitari che aiutano gli abitanti di città africane in rapida crescita a convivere con animali a rischio di estinzione.
Clicca qui per leggere la trascrizione dell'intervento in italiano.

clicca per vedere il filmato

(per leggere la traduzione simultanea cliccare sulla barra inferiore del filmato su View subtitles e selezionare italian)

I mari di plastica di Charles Moore
Il capitano Charles Moore lo scopritore del continente di spazzatura del Nord Pacifico e fondatore dell'Ente di Ricerca Marina Algalita interviene su TED sul problema della produzione illimitata di plastica "usa e getta" che sta irrimediabilmente soffocando i mari.
Clicca sulla lingua per leggere la trascrizione dell'intervento in italiano e in inglese

clicca per vedere il filmato

(per leggere la traduzione simultanea cliccare sulla barra inferiore del filmato su View subtitles e selezionare italian)

ENEA News - 2010 Anno della Biodiversita'
Il 2010 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite Anno della Biodiversità.

clicca per vedere il filmato

ENEA News - Recupero e riciclaggio della carta

clicca per vedere il filmato

La triste vita di un sacchetto di plastica
Il video dal sito della BBC è divertente e deprimente allo stesso tempo. E' la triste ma vera storia della vita di un sacchetto di plastica.

clicca per vedere il filmato

Rise above plastics - Plastics kill
La plastica uccide 1,5 milioni di animali marini ogni anno...

clicca per vedere il filmato

Todos somos inocentes, todos somos culpables
Filmato pubblicitario dal titolo “Siamo tutti innocenti. Siamo tutti colpevoli” realizzato dall’agenzia Kepel y Mata per le catene dei supermarcati Jumbo, Vea e Disco allo scopo di sensibilizzarne i clienti.

clicca per vedere il filmato

Reportage fotografico sulle note della Canzone di Jacopo Ratini: "LA RACCOLTA DIFFERENZIATA"
(Testo e musica di Jacopo Ratini) "Voglio diventare un cittadino modello: solo l'essenziale, eliminando il superfluo...."

clicca per vedere il filmato

Affama la tua pattumiera !
Spot pubblicitario per incentivare la raccolta differenziata a Londra. La pattumiera dell'indifferenziato, affamata, chiede di poter mangiare carta vetro, lattine, plastica messe da parte per la raccolta differenziata. Ma i suoi tentativi non hanno successo, morirà di fame ...

clicca per vedere il filmato

Ocean Conservancy
La società Ocean Conservancy opera negli Stati Uniti a difesa della salute dell'oceano e dei suoi ecosistemi contrastando attività e azioni che minacciano la vita degli oceani e la salute umana. Attraverso attività di ricerca, informazione scientifica e educazione ambientale mette in grado le persone di agire nel loro quotidiano a difesa e in nome della conservazione degli oceani.
Ecco un brevissimo filmato che esprime la missione della società e il messaggio che promuove.
"E' tempo di guardare sotto la superficie degli oceani per capire dove comincia la salute del nostro pianeta. E' tempo di riconoscere la fonte che ci sostiene giorno dopo giorno fornendoci il cibo e l'acqua che ci sono necessari e l'aria che respiriamo...è tempo di capire che la sussistenza di tutte le forme di vita è legata agli oceani. E' ora di capire che una rivoluzione verde comincia con un mare blu pieno di vita. E' ora di cambiare il nostro atteggiamento verso l'oceano per lasciare con l'aiuto di tutti un mondo migliore per i nostri figli. Vuoi unirti a noi?"

clicca per vedere il filmato

Come differenziare bene la plastica?
Questo interessante filmato prodotto dall'azienda Savno Servizi fa toccare con mano quanto e come gli errori volontari o involontari compiuti dai cittadini nella differenziazione dei rifiuti possano compromettere i risultati globali con pesanti strascichi economici per tutti... vai al video>>

Filmati del Kyoto Club
Per sapere perché e come differenziare correttamente visiona tra gli altri interessanti filmati presenti sul sito del Kyoto Club la serie dedicata : Plastica, carta,vetro e lattine, organico.

Raccolta differenziata "Porta a Porta" - LA PLASTICA

Raccolta differenziata "Porta a Porta" - LA CARTA

Raccolta differenziata "Porta a Porta" - VETRO E LATTINE

Raccolta differenziata "Porta a Porta" - L'ORGANICO

sezione scuole

 

by avanguardia virtuosa - 2009